Variabilità

Come accennato negli articoli sulla tendenza a lungo termine ribadiamo che, nei prossimi giorni, il tempo sarà spiccatamente variabile.

Questo è da associarsi all'ondulazione della corrente a getto in Atlantico che apporta una serie di perturbazioni a ripetizione in tutt'Europa, partendo da ovest verso est: correnti miti prefrontali anticiperanno venti più freddi e umidi e viceversa.

Proprio in nottata caldi venti di Libeccio hanno fatto schizzare le temperature fino a 23/24°C ma nelle prossime ore a piogge moderate e venti più freschi Atlantici che, entro la nottata, faranno abbassare le temperature anche di 6/7°C.

Già nella mattinata di domani, però, si avrà un miglioramento del tempo con un nuovo lieve aumento termico nel pomeriggio. Ma entro la tarda serata si farà strada un'altra perturbazione che, mercoledi, apporterà nuovamente piogge ed un calo delle temperature, stavolta più marcato con la possibilità, per la seconda volta in questa stagione, di fiocchi di neve sulle cime di Sila e Pollino.

Nella seconda parte della settimana, invece, è atteso un nuovo miglioramento delle condizioni atmosferiche con temperature in graduale aumento, specie nei valori massimi.


Lascia un commento