Tendenza 21-30 Giugno & Focus Luglio

Dal 21 al 26 c.m. un fronte di aria fredda porterà instabilità ovunque con temperature ampiamente al di sotto della media stagionale.

Dal 27 una nuova spinta anticiclonica porterà un graduale ritorno alla normalità intervallato da qualche passaggio nuvoloso e temperature in linea con la media del periodo.

 

 

L'avevamo anticipato un mese fa….ed il "tempo" ci sta dando ragione.

L'inusuale passaggio di testimone tra l'alta pressione e l'instabilità ormai alle porte, sarà la fonte caratterizzante di questa prima parte estiva a causa di una moltitudine di fattori anticipati tempo addietro e che man mano trovano conferma. Il cambio in corso NINO-NINA, la persistenza dei principali indici teleconnettivi AO-NAO in territorio neutro o negativo e, cosa più importante, il ritorno delle anomalie SST in configurazione "da tripolo NAO-" continueranno a influenzare le vicissitudini atmosferiche del nostro territorio probabilmente anche per buona parte di Luglio….vediamo in che modo:

La presenza di forti anomalie negative in pieno atlantico ed a largo delle coste scandinave fungono da vere e proprie calamite alle depressioni in arrivo dal Nord America e dall'Artico, obbligando di fatto la direttrice delle risalite anticicloniche sull'asse Spagnolo-Inglese, e lasciando dunque scoperto il fianco della nostra penisola a queste gocce in rilascio dalla depressione madre che, visto il periodo estivo e la grande quantità di "energia" presente nei nostri mari, diventano delle vere e proprie bombe ad orologeria. Successivamente, data la naturale circolazione dei venti West-East presente alle nostre latitudini che determina una traslazione dell'impianto barico appunto verso est, l'affondo della saccatura instabile provoca nel 90% dei casi l'inevitabile risalita altopressoria di stampo subtropicale proprio sul meridione italico. Da qui le nostre passate convinzioni sul tipo di estate che stiamo vivendo, e che continueremo molto probabilmente a vivere anche nel mese di Luglio almeno fin quando resisterà la disposizione sopra evidenziata delle SST.

Per quanto riguarda questa ultima decade di Giugno, fino al 26 avremo tempo instabile con temporali anche violenti nelle giornate di lunedì e martedì accompagnate da temperature fortemente sotto la media stagionale, non escludendo qualche bianco episodio sulle cime Silane e del Pollino nei momenti clou dei fenomeni temporaleschi. Nelle giornate di venerdì e sabato ancora qualche residuo rovescio, soprattutto nelle zone interne, con temperature ancora sotto la media stagionale.

 

Dal 27 l'instabilità si farà strada verso i Balcani, avremo dunque un ritorno graduale verso la normalità con qualche passaggio nuvoloso che potrebbe portare ancora dei rovesci isolati ma di brevissima durata. Le temperature ritorneranno a salire attestandosi in linea con i valori consoni del periodo.

 

La Redazione


Lascia un commento