Temporanea risalita delle temperature…poi anche al sud freddo e neve?

Aria mite e umida nelle prossime 48 ore poi dovrebbe irrompere l'aria fredda.

Oggi graduale miglioramento del tempo dopo la perturbazione di ieri che ha apportato forti temporali e copiose nevicate sui monti. Nel frattempo nel nord Italia ed in Europa si battono i denti: l'aria Siberiana ha ormai conquistato tutto il Continente raggiungendo addirittura il cuore della Spagna. I valori di temperatura sono notevolmente bassi ma, a differenza di quanto decantano i media, i valori delle ondate storiche del 56' o dell'85' ancora non sono stati nemmeno sfiorati.

La domanda che viene spontanea è: come mai il sud è rimasto ai margini? Arriverà il gelo anche qui? – Allora, la caratteristica di questo tipo d'aria di origine Russo-Siberiana è la pesantezza, nel senso che il freddo è depositato al suolo e viaggia nei bassi strati dell'aria, praticamente in superfice. Cosi spostandosi da est verso ovest trova due impedimenti naturali che bloccano il cammino verso il sud Italia: i monti Balcanici e le Alpi. Di conseguenza la massa gelida tende, molto spesso, ad aggirare le Alpi e tuffarsi sull'Europa Occidentale conquistando anche la penisola Iberica.

Sarà proprio l'affondo sull'Iberia a determinare un richiamo di aria più mite Africana sul sud peninsulare, nella giornata di domani. Contemporaneamente sulla linea di convergenza tra le due masse d'aria di diversa natura si formerà un centro di bassa pressione che, tra sabato e domenica, col suo naturale traslamento ad est trascinerà l'aria fredda. C'è da precisare, però, che i valori termici che si raggiungeranno sia in quota che al suolo saranno decisamente più alti rispetto a quelli con cui sta facendo i conti il Nord e le zone Oltalpe.

Analizzando gli effetti di questa situazione a livello locale c'è da aspettarsi, nelle prossime 24 ore un aumento della temperatura, specie domani, che, comunque, sarà avvertito maggiormante alle quote medio-alte. Si avranno condizioni di instabilità con locali rovesci. Sabato, poi, il tempo peggiorerà ulteriormente e nel corso della giornata si avrà un deciso calo della temperatura con possibilità di neve a quote basse. Su sabato e domenica, comunque, saremo più precisi nei prossimi aggiornamenti in quanto, vista la confusione modellistica dei principali centri di calcolo è difficoltoso stabilire con sicurezza se e dove nevicherà o se e dove ci sarà maltempo.


5 commenti

  1. mimmus

    Ma tra Francia e Spagna non ci sono i Pirenei?

    • admin

      i Pirenei sono decisamente meno estesi delle Alpi

  2. graziella

    quindi le temperature saranno da neve a cosenza al 100% e l'unica incertezza riguarda le precipitazioni o sono incerte anche le temp?

  3. volgograd

    Graziella, segui il forum nella sezione "Gioie e dolori invernali…" per essere aggiornata. ;)

  4. brigante84

    io lo dicevo che colpiva il nord!!! noi solo le briciole…che rabbia….

Lascia un commento