Scipione molla la sua presa, al suo posto arriva Caronte

Temperature parzialmente in calo fino a metà settimana, ma non durerà molto:altra fiammata africana prevista per i primi giorni di luglio

Dopo un fine settimana condito da sole e tanto caldo, ci apprestiamo a vivere una tregua dall’afa che ci ha accompagnato fino a poche ore fa.Tregua che sarà poco duratura, e foriera, per altro, di una nuova sventagliata calda proveniente direttamente dall’Africa sahariana.

Fino a giovedì quindi le temperature risulteranno decisamente più sopportabili grazie all’afflusso di aria più mite di origine atlantica, con possibilità anche di qualche episodio instabile nelle ore più calde della giornata.

Nei giorni successivi, però, un affondo più deciso del sistema depressionario, posizionato ad ovest della Gran Bretagna già da qualche giorno, provocherà la risalita di una struttura altopressoria (a cui è stata data il nome di "Caronte") che piloterà masse d’aria molto calde, di origine africana, sulle nostre zone.Previste, anche in questo caso, isoterme di +19-+20° ad 850 hpa.

Ne risentiranno, ovviamente, anche le temperature al suolo, che potrebbero tornare a toccare punte, nei valori massimi, simili a quelle fatte registrare nei giorni scorsi nella valle del crati.Saremo comunque più precisi nei prossimi aggiornamenti,

Aggiornamento del 29/06/2012

Inizia da oggi l’aumento delle temperature prospettato qualche giorno fa.Il clou di questa riscaldata, per la calabria, si avrà in corrispondenza dell’inizio della prossima settimana.I valori massimi potranno arrivare a superare, localmente, i 37° nella valle del crati.


Lascia un commento