Scherzetto Carnevalesco

L'eterno autunno, o, se volete, gli inizi primaverili che a fasi alterne hanno scalzato la stagione invernale 2013/14 sembrano farsi da parte proprio nella fase finale, quando l'inverno spesso e volentieri inizia a mostrare il suo lato meno crudo. Niente di eccezionale, sia chiaro, ma che ha più il sapore di una beffa, considerando anche la fase di germogliatura in arrivo per un settore economico e strategico, quello agricolo, di primaria importanza nella nostra regione.

A partire dal fine settimana e continuando per l'inizio della settimana in entrata, il tempo ritornerà nella sua veste invernale, con maltempo diffuso e temperature di qualche grado al di sotto della media stagionale. Avremo dapprima una perturbazione di matrice Atlantica, quindi molto instabile, e generatrice di piogge praticamente ovunque sul territorio con il ritorno della neve a quote relativamente interessanti (accumuli degni di rilievo al limite dei 1000 mt) solo per gli amanti della dama e degli sport invernali.

run 00 26 febbraio gfs-0-84

 

 

run 00 26 febbraio gfs-0-126

Nel precedente articolo avevamo accennato oltre al ritorno dell'inverno proprio a cavallo tra fine Febbraio e primi giorni di Marzo, una colata di stampo continentale o artico-continentale. Ebbene i modelli iniziano a vedere codesto tentativo tra fine prima decade ed inizio seconda decade, con il nascere di un blocco Scandinavo (Scandinavian High) che solitamente porta delle colate di freddo, del tipo precedentemente elencate, sull'europa dell'est e anche sul meridione italiano.

run 00 26 febbraioECH1-240

E' bene sottolineare però che, considerando il pattern instauratosi in questo inverno, il tentativo in questione rimane di difficile realizzazione, anche per via del "serbatoio" freddo praticamente vuoto sull'Europa dell'est. Molto probabilmente avremo una colata di freddo sterile con termiche relativamente modeste, considerando la matrice di estrazione, seppur sempre sotto media.

Ma avremo modo di riparlarne. Restate aggiornati!

 

La Redazione


Lascia un commento