Rossby Waves

Le Rossby Waves, meglio conosciute come "Onde Planetarie", rappresentano il miglior mezzo impiegato dalla natura per assicurare il trasporto di calore dalle regioni calde a quelle fredde e viceversa, per intenderci il classico scambio termico 'meridiano'.

Il primo passo da fare per comprendere al meglio il moto di queste onde e la loro correlazione con le SST Anomalies (anomalie atlantiche) è capire da dove nascono queste onde, la porzione di "territorio" in cui agiscono, e la loro dinamica.

Innanzitutto iniziamo dalla porzione di territorio, ovvero la zona in cui si attivano queste correnti che permettono il trasporto delle varie onde.

In generale, si distinguono tre diverse aree di circolazione delle varie correnti presenti nel nostro emisfero.

La "Cellula Polare", (P in figura) che regola gli scambi di calore dal 60° di latitudine in su.

La "Cellula di Farrell", (F in figura) che regola gli scambi di calore tra 60° e 30° di latitudine.

La "Cellula di Hadley", (H in figura) che regola gli scambi di calore tra 0° e 30° di latitudine.

Data la natura di queste celle, ovvero il trasporto di calore dalle basse alle alte latitudini e viceversa, ed essendo lo scambio di calore tra i fluidi regolato dalla convenzione naturale, viene attivata una circolazione legata proprio alle forze mosse dagli scambi convettivi(già spiegata nel 3d delle SST Anomalies) che viene regolata a sua volta dalla Forza di Coriolis: ogni traiettoria di moto di un corpo non solidale al suolo, grazie a questa forza viene incurvata nell’emisfero nord verso destra e nell’emisfero sud verso sinistra.

Ora considerando che nel nostro emisfero la curvatura avviene verso destra, e che nelle alte latitudini (POLO NORD) l'accellerazione impressa dalla forza di coriolis è debole a causa della struttura del globo terrestre, ecco che l'onda viene direttamente trasportata direttamente dall'azione delle correnti di getto polari, conosciuta anche come Jet Stream. Una volta valicato il limite delle cellula Polare, la corrente di getto polare che entra pressoche in asse meridiani nella zona di azione della cellula di Farrell, subisce un'improvviso cambio di direzione dettato proprio dalle correnti di getto della cellula di Farrell stessa, e creando in questo modo una grande saccatura in cui si insinuerà l'onda Planetaria.

Successivamente, la risalita ed il trasporto della corrente di getto di quest'ultima verrà nuovamente "disturbata" dal moto contrario della corrente di getto presente nella Cellula Polare, determinando una nuova area in cui andra ad insinuarsi l'onda planetaria conosciuta anche come cresta.

Una immagine vale più di mille parole per spiegare il tutto:

Quindi, riassumendo il tutto, le onde di Rossby sono trasportate dalla jet stream, che a sua volta, visto il moto di "nascita" dovuto alle correnti della cellula Polare, aggira in senso antiorario le basse pressioni (generalmente associate ad anomalie negative) ed in senso orario l'alta pressione (generalmente associate ad anomalie positive).


Lascia un commento