Riepilogo Marzo 2012

Il febbraio dei record passa il testimone ad un marzo prevalentemente anticiclonico, secco e molto mite un po ovunque.

La fine del mese di febbraio ha tracciato la via, dal punto di vista configurativo, per quello che è stato il tempo marzolino; un vortice polare in ripresa, a parte qualche piccolo strappo, e rimonte anticicloniche frequenti.

Il primo disturbo degno di nota si è avuto a ridosso della fine della prima decade, quando una goccia fredda si è andata ad isolare sul Mediterraneo centrale apportando generali condizioni di tempo perturbato sulle nostre zone. Gli accumuli totali pluviometrici sono stati comunque abbastanza modesti: 21,6 mm Cosenza W, 23.2 mm Montalto U., 22.4 mm Rende Nord, soprattutto se si considera il fatto che si tratta di accumuli spalmati in un periodo di 4-5 giorni.

Le temperature in questo frangente sono risultate in linea con i valori medi del periodo, ma già intorno all'inizio della seconda metà del mese si è assistito ad  aumento delle stesse a causa di una maggiore invadenza anticiclonica. Le massime si sono mantenute quasi costantemente sopra i 20 gradi un pò ovunque nella valle, con minime che invece sono risultate più contenute causa inversione.

La fine del mese è stata accompagnata da un mini-peggioramento, nel weekend del 24-25, con piogge di modesta entità.

Alla fine dei conti, rispetto alla media CLINO 71-00, si è avuto un deficit pluviometrico del 70 % ed un surplus termico di circa 2 gradi, dati che hanno a giusta ragione portato Marzo 2012 ad essere candidato come uno dei più caldi degli ultimi anni.


Lascia un commento