Riepilogo Febbraio 2012

Mese da record per molte zone del centro-nord, ma l'inverno ha fatto la voce grossa anche al sud.

Ogni appassionato che si rispetti trascorre buona parte dell'inverno nell'attesa spasmodica che si verifichi la "configurazione perfetta". La perfezione però, in una scienza così articolata e complessa come la meteorologia, ha un valore del tutto soggettivo: tanto più ci si avvicina ad essa quanto più freddo e neve tale configurazione riesce a regalare al proprio orticello. Sotto tale punto di vista Febbraio 2012 ha realizzato i sogni di molti meteofili del centronord italico: accumuli nevosi davvero rilevanti,diffusamente superiori al mezzo metro un pò dovunque in Emilia Romagna e Abruzzo, temperature rigidissime e di molto sotto lo zero anche nei centri cittadini. Il sud italia è parzialmente rimasto ai margini di un evento da annali che ha comunque regalato soddisfazioni anche ai meteofili calabresi.Ma partiamo con ordine.

Nei primi giorni di Febbraio un blocco anticiclonico vastamente esteso ha richiamato sull'europa centrale masse d'aria gelida direttamente dalle steppe siberiane. La direttrice della colata ha favorito, almeno in questa prima fase, il centro-nord Italico. Una struttura ciclonica, approfonditasi giorno 1 a largo delle coste della corsica ha fatto il resto, portando pesanti nevicate in particolare in Emilia Romagna e Abruzzo,con accumuli rilevanti fin sulle coste, ma anche in Toscana, dove ha nevicato perfino a Livorno.

La Calabria in questo frangente è rimasta sotto il tiro di correnti nord-orientali, che hanno favorito, stante anche la traslazione del sistema depressionario di cui sopra verso est e le termiche relativamente basse, forti nevicate a quota medie specialmente sui settori orientali della provincia.

Nei giorni seguenti  un richiamo mite sciroccale associato ad un deciso rialzo delle termiche ha fatto schizzare le temperature al di sopra della media del periodo.Neve che quindi nella valle del crati, almeno in questa prima fase, è rimasta relegata a quote relativamente alte, con accumuli pluviometrici  a fondo valle, che sono risultati comunque di tutto rispetto.

Perchè la dama bianca faccia visita alla valle bisogna aspettare la nottata tra il 6 e il 7 febbraio ma si è trattato di un episodio molto modesto (1cm in nottata in scioglimento all'alba).
 
Un minimo molto profondo a largo delle coste Catanzaresi porta forti precipitazioni che prediligono, ancora una volta, i settori orientali della nostra provincia: nevicate davvero ingenti si hanno su Albidona,Longobucco e Alessandria del Carretto (accumuli eolici fino a 300cm), con quest'ultimo paese rimasto isolato per diverso tempo; accumuli superiori ai 10/20cm anche sulle zone collinari della Catena Costiera, specie tra San Fili e San Benedetto Ullano.
 
Ecco qualche scatto di Albidona:

 
Le temperature ritornano quindi ad attestarsi su valori al di sotto della media del periodo, in una sorta di stallo che durerà anche nei seguenti giorni e che favorirà un'altra nevicata a fondo valle nella mattinata del 10. Nevicata, questa, in parte inaspettata: infatti, secondo le emissioni modellistiche le precipitazioni dovevano irrompere nella Valle del Crati solo in tarda mattinata con l'ingresso di venti meno freddi sud-occidentali mentre, in realtà, anticiparono l'ingresso alle prime luci dell'alba quando al suolo era presente l'aria fredda accumulata nella notte grazie alla calma di venti. La coltre nevosa, in questa occasione, ha raggiunto uno spessore medio di circa 5 cm.
 
Ecco qualche scatto delle webcam di Montalto (190m) e Rende (173m):
 
 
Il clou per le nostre zone si avrà però soltanto a ridosso della fine della prima decade di Febbraio. La colata fredda, nella sua fisiologica traslazione verso est, andrà ad attivare correnti umide da ovest che privilegeranno maggiormante i settori Tirrenici della provincia, fin'ora rimasti parzialmente in ombra. Si inizia il 13 con nevicate a quote collinari.
 
Ecco qualche scatto della webcam di Donnici Superiore (510m):
 
 
Nella mattinata del 14, invece, un flusso umido da SW porta copiose precipitazioni associate, stavolta, a termiche medie di -4° a 850 hpa che hanno favorito la discesa della neve fino a valle. Il primo impulso andrà ad interessare maggiormente le zone nord della valle (Montalto e Rende) con la zona sud parzialmente penalizzata. Solo nelle ore successive, nel primo pomeriggio, si sono avute precipitazioni più uniformi su tutto il territorio. Una nevicata di rara bellezza quella a cui i meteofili Cosentini hanno potuto assistere, con fiocchi che nei momenti di picco preciptativo hanno raggiunto il diametro di 6-7 cm e che in brevissimo periodo hanno imbiancato qualsiasi cosa. Ecco qualche scatto della webcam di Montalto:
 
….e della webcam di Rende:
 
 
…e un video girato a Settimo di Montalto (190m) a testimoniare la grandezza dei fiocchi:

 
I fenomeni si sono attenuati solo nella tarda serata, quando al suolo si sono potuti registrare accumuli medi di circa 12 cm (clicca qui per il reportage completo). Inutile dire che la Sila s'è trovata a fare i conti con temperature gelide e metri di neve per molti giorni. Ecco di seguito qualche report:
 
Per avere un miglioramento si è dovuto aspettare fino al 20 febbraio, quando anche le temperature dopo un lungo periodo sottomedia, sono risalite verso valori più consoni al periodo.Il resto del mese trascorre quindi molto più tranquillamente, a parte due passaggi perturbati che nei giorni dal 19 al 22 e dal 25 al 27 hanno interessato il nostro territorio con accumuli pluviometrici che sono risultati comunque contenuti.
 
Alla fine dei conti questo febbraio monstre per buona parte d'Italia, si è chiuso per le nostre lande con un sottomedia termico di circa un grado e con un surplus pluviometrico abbastanza diffuso. Di seguito i dati riepilogativi di alcune stazioni della nostra rete:
 
 

Stazione Temperatura media mensile Pioggia mensile
Montalto Uffugo 6.7° 222.3 mm
Rende Nord 7.0°  204.5 mm
Cosenza Sud 6.4° 165.1 mm

Media CLINO 1971-2000: T media Febbraio 7.7°/ Media Pluviometrica Febbraio 104.3 mm
 


1 commento

  1. Fabio Zimbo

    Bel resoconto completo di foto, video e carte d'analisi: una bella scorpacciata per chiudere un mese che c'ha regalato emozioni forti e forti insonnie ;-) . Complimenti alla Redazione!

Lascia un commento