Reportage di un evento d'altri tempi

Forse non eravamo più abituati a irruzioni gelide della portata di quella appena vissuta. Negli ultimi anni, infatti, l'inverno si è fatto vivo timidamente per sole brevi raffreddate in arrivo dalla Valle del Rodano, ma quest'anno l'inverno ha deciso di fare sul serio arrivando in modo irruento, come spesso accadeva nei decenni addietro, dai Balcani.

L'evento, annunciato già con qualche giorno di anticipo, ha avuto inizio nella giornata di lunedi, quando venti via via più freddi di Tramontana hanno fatto ingresso nel nostro territorio facendo calare sensibilmente le temperature. Ecco di seguito i valori di temperatura massima e minima registrate dalle stazioni meteo installate presso Cosenza NE, Rende N e Settimo di Montalto Uffugo (quindi indicative della situazione generale nella Valle del Crati):

Cosenza NE 3.1°C 10.5°C
Rende N 1.2°C 11.3°C
Montalto Uff. 2.7°C 10.8°C

Già lunedi, quindi, le temperature sono scese sotto la media del periodo registrando valori massimi di circa 11°C e minime, registrate nella tarda serata, inferiori ai 3°C.

Nella giornata successiva, martedi 14, i contrasti termici generati dallo scontro tra la massa d'aria gelida in arrivo dai Balcani e quella più mite presente nel bacino Mediterraneo hanno determinato la formazione dei primi sistemi nuvolosi che, già in mattinata, hanno raggiunto le zone Tirreniche e interne della provincia favorendo le prime, seppur deboli, precipitazioni nevose che hanno raggiunto anche la città ma imbiancando solo oltre i 400 metri di quota. Le temperature hanno continuato a crollare, in modo brusco nei valori massimi:

Cosenza NE 0.7°C 4.9°C
Rende N -0.7°C 5.9°C
Montalto Uff. -0.1°C 4.9°C

Ma è nella giornata di mercoledi che l'irruzione gelida è entrata nel vivo. I contrasti termici accentuati ancor di più da aria umida richiamata da SW hanno provocato la formazione di un centro di bassa pressione nel Tirreno: le condizioni atmosferiche, dunque, sono peggiorate ulteriormente favorendo le prime nevicate già mercoledi mattina. La neve, date le basse temperature ed il basso tasso di umidità tipico dell'aria gelida di estrazione continentale Balcanica, è caduta subito fino alle quote pianeggianti. I primi fiocchi si sono avuti verso le 10.30 e sono andati aumentando col passare delle ore: poco dopo le 13 una spruzzata di neve avvolgeva già Cosenza e l'hinterland. La seconda ripresa s'è avuta nel pomeriggio: la temperatura è crollata di qualche decimo sotto lo zero e la neve cadeva fitta e localmente, a mò di blizzard nell'hinterland nord a causa degli ultimi refoli di vento di Tramontana.

Ecco di seguito le temperature della giornata, da notare le massime circa 10-11°C sotto le medie del periodo:

Cosenza NE -0.5°C 2.1°C
Rende N 0.3°C 2.9°C
Montalto Uff. -0.4°C 2.7°C

Sotto, invece, qualche scatto:

La neve è continuata a cadere a più riprese fino alle prime ore di giovedi, depositando al suolo tra 15 e 25cm di neve. Un breve miglioramento s'è avuto soltanto al primo mattino. Ecco qualche scatto suggestivo delle prime ore di giovedi:

Il cielo poi è rimasto sereno o poco nuvoloso, le temperature sempre molto basse:

Cosenza NE -0.7°C 4.7°C
Rende N -0.7°C 5.3°C
Montalto Uff. -0.7°C 5.5°C

Nel pomeriggio, però quando tutto sembrava passato, l'ingresso in quota del nocciolo gelido più intenso (fino a -35°C a 500hPa) ha accentuato l'instabilità nel Tirreno favorendo la formazione di celle temporalesche che verso le 20 circa hanno raggiunto la nostra provincia. La temperatura crolla subito a 0°C e la neve inizia a cadere copiosamente ed a larghe falde. Basta poco per ricoprire il paesaggio con un manto uniforme: in poco più di mezzora cadono circa 5-6cm.

In nottata il cielo rimane coperto con neve a tratti e con la temperatura che continua a calare gradualmente. L'ultimo colpo in canna è stato sparato nelle prime ore del mattino di venerdi quando una nuova fitta nevicata ha interessato la città e l'hinterland. La neve, viste le temperature crollate sino a -2°C, ha attecchito al suolo all'istante depositando un altro centimetro.

Ecco qualche scatto a Montalto Uffugo:

Solo a metà mattinata le nubi hanno lasciato posto ad ampie schiarite e la temperatura ha iniziato a salire, facendolo in modo più repentino nel corso della serata all'ingresso di venti più caldi di Libeccio. Ecco gli estremi:

Cosenza NE -2.5°C 7.8°C
Rende N -1.8°C 7.8°C
Montalto Uff. -1.4°C 7.6°C

2 commenti

  1. MarcoCS

    Stupendo reportage grandi ragazziiiiiiiiiiiiii!!!!!!!!!

  2. Luca

    Bravo bufera. Ottimo reportage, molto curato e ben scritto.

Lascia un commento