PRIMI GIORNI DELLA SETTIMANA DEBOLMENTE INSTABILI.

E PER IL FINE SETTIMANA? FORSE FORTE MALTEMPO MA NIENTE NEVE IN PIANURA!!!!

Una vasta ma non profonda area di bassa pressione  interessa da più giorni il bacino del mediterraneo centrale generando moderata instabilità anche sulla nostra regione.

Nei prossimi due giorni tale situazione a livello sinottico rimarrà pressochè stazionaria: in particolare lunedì 26, il cielo sulla Calabria sarà quasi ovunque nuvoloso con deboli piogge sparse su reggino, vibonese, lametino, crotonese e jonio cosentino; deboli nevicate interesseranno Aspromonte e Serre Vibonesi oltre i 1300/1400 m slm, il Pollino e la Sila oltre i 1000/1100 m slm con quota neve in calo sino a 800 m slm su Sila greca nella tarda serata. Temperature stazionarie rispetto a domenica.

Martedì 27 si registrerà un momentaneo miglioramento del tempo, con cieli parzialmente nuvolosi e rare precipitazioni deboli, concentrate solo sulle zone montuose dove saranno nevose oltre i 900 m slm. Temperature in calo le minime notturne, in leggero aumento, ma solo grazie al maggiore soleggiamento, le massime.

Mercoledì 28, infine, una goccia di aria fredda in quota, distaccatasi dal vortice polare, raggiungerà il sud Italia dopo essere velocemente scivolata sui Balcani, generando piogge e nevicate sul medio e basso Adriatico ma risparmiando grosso modo la Calabria dove, tutt'al più, potranno verificarsi deboli precipitazioni su Alto Ionio cosentino (nevose oltre i 300/500 m slm), e in serata su basso reggino dove sarà possibile anche qualche debole e sporadica nevicata oltre i 500/600 m slm. L'elemento saliente, in ogni caso, sarà un generale abbassamento delle temperature con l'isoterma -5° alla quota di 1410 m slm che raggiungerà la nostra regione nelle serata: tale abbassamento si avvertirà sia durante il giorno (con massime che anche in presenza di sole stenteranno a superare i 10° finanche sulle coste), ma soprattutto nella notte e primo mattino di giovedì con minime basse, anche di poco sottozero nelle zone interne vallive come la valle del Crati, la valle del Savuto e la valle del Mesima, abbondantemente sottozero sulle zone montuose.

E per il dopo?

Come ben sapranno i nostri affezionati lettori, noi di cosenzameteo.it non amiamo pubblicare previsioni oltre i 3 giorni, e questo non per atteggiamenti di "eccessiva prudenza", ma semplicemente per il fatto che le previsioni meteo oltre questa soglia sono statisticamente, scientificamente, affette da una affidabilità talmente bassa da rendere più attendibile una previsione effettuata con il lancio di una monetina.

Appare in ogni caso doveroso, a nostro giudizio, pubblicare qualche parola di commento sul nuovo can can mediatico che sembra si stia abbattendo sull'annunciato maltempo del fine settimana. Fermo restando la premessa sulla scarsa attendibilità delle previsioni oltre i 3 giorni (che già solo per questo dovrebbe frenare sedicenti siti di meteorologia dall'allarmare la popolazione), possiamo con tranquillità affermare che da ormai molti giorni i principali modelli matematici di previsione intravedono una INTENSA DISCESA DI ARIA ARTICO-MARITTIMA, con valori molto bassi di geopotenziale (la quota di 500 hPa sarà a 5260 m slm….non molto frequente per le nostre lande – si veda l'immagine in copertina), che dovrebbe generare una bassa pressione al suolo di 980 hPa sul centro Italia, la quale convoglierà sulla nostra regione venti DA OVEST anche MOLTO FORTI che produrranno piogge intense ed abbondanti, anche a carattere temporalesco, soprattutto sui versanti tirrenici, con nevicate sui monti oltre i 1200-1300 m slm nella mattinata di venerdì per poi scendere a al massimo sino ai 900/1000 m nella notte tra venerdì e sabato, visto che le isoterme a 850 hPa (per quella data prevista a circa 1250 m slm) non scenderanno sotto gli 0°.

Quindi, AL MOMENTO, nulla a che vedere con i catastrofici annunci di TEMPESTE DI NEVE ANCHE IN PIANURA sbandierati su altri siti.

Ribadiamo che le previsioni sul presunto peggioramento del fine settimana (venerdì e sabato) potrebbero anche essere TOTALMENTE STRAVOLTE nei prossimi giorni. E ripetiamo che li abbiamo pubblicati solo ed esclusivamente per fare chiarezza SULLA BASE DI CIO' CHE I MODELLI MATEMATICI SEMBRANO SUGGERIRCI AL MOMENTO.

Quindi sempre connessi su www.cosenzameteo.it per seguire insieme questa nuovo possibile peggioramento!!!!!


Lascia un commento