Prima decade Novembre: l'Atlantico non molla

L'Atlantico quest'anno ha deciso di fare sul serio, ne stanno pagando le conseguenze i nostri amici Liguri a cui va tutta la nostra solidarietà visto che sappiamo benissimo cosa vuol dire affrontare questo genere di disastri.

Un'altra saccatura ad onda corta andrà ad "affondare" il colpo inizialmente sui paesi Iberici, attivando di contro sul nostro territorio delle correnti sciroccali (classica situazione di discesa bassa occidentale che caratterizzerà questo autunno come già accennato nella scorsa tendenza), con conseguente copertura nuvolosa sulla Valle Crati, Piana di Sibari ed i rilievi del versante Ovest Silano, il tutto associato a qualche sporadico episodio di nebbia mista a pioviggine. Più soleggiato sul versante Jonico ma con qualche fenomeno piovoso sui rilievi dello stesso.

La configurazione dovrebbe mantenere queste condizioni fino a fine prima decade, successivamente la saccatura atlantica dovrebbe prendere piede e traslare  fisiologicamente verso il basso mediterraneo e apportare forte instabilità proprio sulla nostre regione.

La disposizione delle SSTA associata alle oscillazioni degli indici NAO ed AO lasciano presupporre una prima vera incursione fredda a cavallo tra metà e fine seconda decade, ma ne riparleremo in seguito.

Vi invito a seguire gli sviluppi sul nostro forum.

 

La Redazione


Lascia un commento