Peggiora nelle prossime ore; più freddo da domani

Temperature in calo. Un pò di neve sui monti.

Mentre tutto il centro-nord è alle prese con tormente di neve e temperature gelide, l'estremo sud si ritrova sotto un richiamo mite Sciroccale causato dalla ciclogenesi, formatasi sul Tirreno, che fa affluire aria mite dall'Africa: Lorica addirittura registra 4°C (più freddo solo nella Valle del Crati a causa del cuscinetto freddo favorito dall'assenza di vento che evita il rimescolamento dell'aria).

Nel corso della prossima notte e mattinata di domani, però, il traslamento della ciclogenesi verso est apporterà un deciso calo della temperatura a causa dell'arrivo di correnti più fredde nord-occidentali. Il tutto sarà accompagnato da rovesci, anche temporaleschi, durante il passaggio del fronte freddo. Proprio per via della diminuzione della temperatura tornerà la neve. La quota si attesterà sui 1000m al primo mattino ma col passare delle ore raggiungerà anche i 6/700m.

Miglioramento dal pomeriggio. Domenica ancora clima freddo, con minime vicino o sotto lo zero, nelle zone interne, ma senza fenomeni. Un nuovo peggioramento è probabile in serata ma ne riparleremo nei prossimi aggiornamenti. Saremo gli unici esclusi dalla neve a bassa quota??


2 commenti

  1. White Snow

    xchè tanta sfortuna :-(

  2. Valle del Crati

    Da altre parti ho espresso il mio parere circa lo stato di avanzamento di questo fantomatico "Burian", per cui la mia opinione la ripropongo anche qui. Secondo me tutto questo allarme mediatico è giustificato solo per il Nord e il Centro Italia. Ho visto l'andamento delle previsioni e sono arrivato alla conclusione che qui da noi non si registreranno eventi nevosi degni di nota. Freddo ne farà ma la neve farà la sua comparsa solo dai 400 metri in su.
    Attualmente a Cosenza, a causa della risalita di correnti umide sciroccali, si registrano temperature tra i 9 e i 10 gradi. Tali correnti miti vanno ad avvitarsi al vortice gelido in rotazione antioraria sul medio Tirreno. Quando questo vortice finalmente si avvicinerà alla nostra regione, (da ovest verso est) avrà già perso un bel pò di potenza, riscaldato tra l'altro dalle correnti di Scirocco. Arriverà sulla Calabria e dovrà lavorare un bel pò per raffreddare per bene tutto il territorio in modo da far scendere la neve "a zero metri di quota" così come dicono da più parti. Ma non avrà né il tempo né la forza per farlo!!! Per cui è ormai evidente che le precipitazioni che il vortice freddo, MA NON PIU' GELIDO, scaricherà sul suolo calabrese, risulteranno nevose oltre i 400-500 metri. E' inutile prendersi in giro e parlare di Burian in modo inappropriato.
    La perturbazione che oggi ha permesso alla città di Roma di vedere la neve è direttamente alimentata da correnti gelide provenienti da est/nordest. Guardacaso le stesse correnti gelide che portano la neve sulla città di Cosenza e su tutto l'hinterland quando queste giungono DIRETTAMENTE dai Balcani fin sulla nostra regione, cioè da est/nord est verso ovest/sud ovest. In questa occasione, le correnti gelide sono entrate nel mediterraneo ma facendo "un giro più largo" e garantendo la neve in pianura in altre zone d'Italia.
    Comunque staremo a vedere se avrò torto o ragione. Ormai è questione di ore. Saluti a tutti dalla Valle del Crati.

Lascia un commento