Natale freddo; neve in Sila

Dopo diversi anni festività Natalizie all'insegna di freddo e neve.

Splende il sole ma le temperatura rimangono fredde, soprattutto per il forte vento di Tramontana che ne acutizza la sensazione. Solo domani l'avvicinarsi dell'alta pressione determinerà un calo del vento e di conseguenza un lieve aumento delle temperature. Aumento che sarà più apprezzabile nei valori massimi, mentre le minime notturne rimarranno ancora basse e localmente sottozero nelle vallate.

Nel corso della serata della vigilia, però, una perturbazione nord-Atlantica raggiungerà l'Italia e si tufferà nel Tirreno dando vita ad un centro di bassa pressione. Questo tra la notte successiva ed il Santo Natale apporterà un peggioramento del tempo accompagnato da un nuovo afflusso di aria fredda da est. Spireranno, ancora una volta, freddi venti di Grecale e la neve tornerà ad imbiancare i rilievi Silani, specie i versanti orientali. La quota neve, che inizialmente è stimabile sui 1000/1200m, scenderà fino a 7/800m nel corso della giornata.

Per il giorno di Santo Stefano, invece, rimane ancora un pò d'incertezza nei modelli matematici ma con alte probabilità farà ingresso un nuovo impulso freddo da est. Da valutare la possibilità di nevicate. Seguiranno aggiornamenti.


Lascia un commento