Maltempo, freddo e neve!

Durerà solo poche ore il miglioramento iniziato ieri pomeriggio.

Già dal pomeriggio di oggi, infatti, il tempo tornerà a peggiorare per effetto di umidi venti di Libeccio che anticipano un'altra perturbazione Artica. Tutto merito del consolidamento dell'anticiclone nell'Atlantico che permette la discesa di correnti fredde settentrionali sul suo bordo orientale, e quindi sul Mediterraneo centro-orientale.

Saranno proprio le correnti fredde a causare la formazione di un centro di bassa pressione che attraverserò l'Adriatico da nord a sud apportando un'intensa fase di maltempo con annesso calo delle temperature.

La giornata di domani vedrà un susseguirsi di rovesci e/o temporali con venti che si disporranno da Ponente/Maestrale. Tornerà anche la neve, inizialmente oltre 1500/1600m ma con quota in calo fino a 900/1000m in serata per effetto della diminuzione della colonnina di mercurio. Le precipitazioni risulteranno abbondanti sulle zone Tirreniche e su quelle interne (deboli o al più modeste invece sullo Ionio): alle alte quote potranno cadere anche 20/40cm di neve.

Situazione simile anche giovedi: insisterà ancora il maltempo, seppur meno intenso del giorno precedente, ma le temperature diminuiranno ancora portandosi su valori prettamente invernali e sotto le medie del periodo. La neve, stavolta, imbiancherà anche l'alta collina fino a 6/700m e brevi fioccate potranno raggiungere anche quote inferiori.

Migliora venerdi ma le temperature rimarranno rigide, specie al mattino quando si scenderà diffusamente sotto lo zero.

Un nuovo peggioramento, però, è previsto per il fine settimana ma ne riparleremo.


Lascia un commento