L’inverno prepara il colpo grosso?

Da diverse emissioni, i vari centri di calcolo mondiale sono corcordi per un secondo evento invernale a cavallo dell'Immacolata. Anche gli indici teleconnetivi prevedono AO e NAO in calo su valori negativi, sintomo di un probabile calo di pressione sul bacino del Mediterraneo.

Le mappe delle correnti a 200hPa, infatti, vedono per quel periodo un'accelerazione della corrente a getto in uscita dal Labrador che darà vita ad un vortice ciclonico responsabile dell'erezione dell'anticiclone fin verso la Groenlandia.

Rtavn3001[1]
Si andrebbe a formare cosi un solido blocco altopressorio sul settore Atlantico che permetterebbe alle correnti di origine Artica di raggiungere il bacino del Mediterraneo scivolando sul bordo orientale dell'alta pressione.

Ad oggi i modelli lascerebbero intuire ad un vero e proprio split del vortice polare verso l'Europa Centrale che si ritroverebbe alle prese con geopotenziali molto bassi e termiche ad 850hPa molto basse. In soldoni gran parte d'Europa, compresa l'Italia, si ritroverebbe alle prese con un'ondata di maltempo, freddo e neve, forse anche duratura…ne riparleremo, comunque, nei prossimi giorni.


2 commenti

  1. Piermatteo Dodaro

    sviluppi?

    • Redazione

      E’ confermato un calo delle temperature, ma va scemando la possibilità di nevicate in quanto la colata è vista un pò troppo orientale

Lascia un commento