La quiete dopo la tempesta

Per quasi tutta questa settimana buona parte d'Italia risentirà ancora della forte instabilità, in sede mediterranea, causata dalla persistenza del vortice depressionario che già da qualche giorno sta apportando precipitazioni un pò ovunque nel bel paese.

Ma dopo la tempesta i principali centri di calcolo ci propongono, nel medio-lungo termine, uno scenario alquanto diverso:un periodo di "quiete" anticiclonica, stavolta però di matrice azzorriana. Nulla a che vedere, quindi, con i ruggiti africani degli ultimi tempi, che hanno infiammato l'estate calabrese. Andiamo ad analizzare la situazione che andrà a verificarsi con l'ausilio dei principali indici descrittivi: NAO, PNA e AO.

Nei giorni scorsi la NAO, posizionatasi su valori di poco positivi, ha permesso la risalita dell'alta azzorriana con distacco di una depressione sull' europa occidentale (l'attuale TLC che domina ancora la scena). Tutto grazie anche ad un PNA negativo, con un getto in uscita dagli states quindi più malleabile e disposto ad ondulazioni più marcate, Nei prossimi giorni entrambi gli indici tenderanno però ad assumere valori neutri o di poco positivi per poi calare nuovamente. Se mettiamo anche un AO fortemente positiva ecco che il quadro che sembra delinearsi assume contorni più chiari.

Una parziale accellerazione del getto permetterà all'alta di matrice azzorriana di disporsi  sui paralleli, andando gradualmente a conquistare campo verso est: I massimi pressori al suolo si troveranno li dove le correnti in quota andranno a convergere, ovvero ad ovest della Francia:

 

 

Intorno all'inizio della prima decade la stessa jet stream tenderà nuovamente a collassare, favorita proprio dal calo simultaneo di NAO e PNA.Il risultato sarà il rilascio di una bassa pressione in sede atlantica che andrà a tagliare la radice dell'anticiclone stesso, favorendo il suo isolamento sull'europa centrale:

 

 

 

Il pattern che andrà ad instaurarsi è definito EUH (European High), ed è interessante notare proprio come tale pattern sia frequente in periodi di AO positiva associato a NAO negativa:

 

 

Questa fase stabile, che probabilmente durerà fino a metà mese, sarà caratterizzata quindi da temperature  in media e tempo per lo più soleggiato.


Lascia un commento