Instabile

Un inizio di primavera astrologica dal sapore invernale. Ieri temperature in crollo, fino a 15°C rispetto ai valori raggiunti nella scorsa settimana, ed il ritorno della neve oltre 1000m. Tutto per l'arrivo di correnti di origine artica che hanno determinato la formazione di un centro di bassa pressione, ora in spostamento verso est.

Solo stamattina s'è avuto un timido miglioramento delle condizioni atmosferiche, con qualche temporanea schiarita, ma presto tornerà a peggiorare. Una nuova perturbazione, stavolta, dal golfo di Guascogna sta per sfondare nel Mediterraneo centrale, e nella seconda parte di oggi riporterà nubi e piogge diffuse. Le temperature aumenteranno solo gradualmente favorendo, quindi, altre nevicate oltre 1200m sui monti di Sila, Pollino e Catena Costiera.

Instabilità che durerà anche nelle giornate di mercoledi e giovedi, sempre a causa di questa nuova perturbazione in entrata, collegata ad un'area di bassa pressione che stazionerà qualche giorno nel Mediterraneo. Le temperature però continueranno ad aumentare apportando piogge anche sui monti.

Un miglioramento è previsto nel fine settimana, ma ne riparleremo.


Lascia un commento