Freddo ad oltranza…pure maltempo all'orizzonte

Anche nei prossimi giorni le temperature si manterranno decisamente sotto le medie del periodo.

Il gelo non dà tregua all'Europa e le previsioni non sono certo confortanti: correnti Siberiane saranno il leit motiv almeno per un'altra settimana. La causa di tutto questo è la persistenza di un maestoso ponte (il cosiddetto Ponte di Veikoff) anticiclonico, che consiste nella congiunzione tra l'anticiclone dinamico Atlantico e quello termico Russo, permettendo ai nuclei gelidi di matrice Siberiana di muoversi, lungo il suo bordo meriodionale, in moto retrogrado verso l'Europa Centrale.

Nel prossimo fine settimana proprio uno di questi nuclei, attualmente situato in Europa Orientale (vedi figura a lato) irromperà nel Mediterraneo attratto dalla falla barica creata dalle recenti perturbazioni. Torneranno, quindi, condizioni di gelo (specie al centro-nord) e maltempo.

Analizzando la situazione in dettaglio per la nostra provincia c'è da aspettarsi ancora residuo maltempo tra oggi e domani, specie sulle zone Ioniche, associato a clima freddo e nevicate sui rilievi, localmente a quote medio-basse. Da venerdi, invece, recrudescenza del maltempo per l'arrivo di aria più fredda, come accennato sopra. Ne riparleremo nei prossimi aggiornamenti.

Aggiornamento del 10/2/12 alle 19.52

Come previsto i venti di Libeccio ha fatto balzare verso l'alto le temperature con quota neve salita sui 1000m. Persistono condizioni di maltempo per un centro di bassa pressione presente sul centro Italia. Questo sarà causa anche domani e dopodomani di instabilità con rovesci sparsi. Il suo lento traslamento verso est, inoltre, determinerà l'afflusso di aria nuovamente più fredda che favorirà il calo della quota neve fino a 4/700m.

Aggiornamento del 10/2/12 alle 7.38

L'anticipo delle forte precipitazioni hanno provocato nevicate fino in pianura in Valle del Crati, favorite dal freddo residuo al suolo.

Aggiornamento del 9/2/12 alle 14.05

Tra stanotte e domani (venerdi) il nocciolo gelido raggiunge il centro-nord facendo ingresso dalla Valle del Rodano. Si formerà una ciclogenesi Tirrenica che apporterà maltempo in tutta Italia.

Nel Cosentino avremo condizioni di cielo molto nuvoloso o coperto con precipitazioni deboli o moderate già dal pomeriggio di oggi ma in intensificazione nella giornata di domani. Le temperature rimarranno basse per effetto dei venti da nord fino a domani mattina e solo nel corso del pomeriggio, per l'ingresso di venti meno freddi da SW, aumenteranno gradualmente. Si avranno, quindi, deboli nevicate inizialmente anche le quote medio-basse ma con quota in rialzo fino a 8/1000m nella seconda parte di domani. Gli accumuli potranno risultare consistenti sul Pollino Tirrenico e sulle vette Silane.


8 commenti

  1. ANDREA

    Spero tanto che questa volta arrivi davvero la neve su Cosenza

  2. Eraldo

    Lo spero anch'io!!!!

  3. Daniele

    speriamo! Se la perturbazione viene da ovest ci sn poche possibilità, speriamo che questa volta venga da est!

  4. graziella

    si creera' il cuscino freddo?potra' nevicare fino a sera?che ne dite redazione?

    • admin

      difficile…all’entrata dei venti di Libeccio le quote basse molto probabilmente salteranno

  5. Daniele

    Intanto Nn era prevista.. Ora Nn si Sa mai

  6. graziella

    come andra' la settimana prossima?ci prendera' il freddo o saremo esclusi?

  7. estofilo

    Per Daniele, altro fenomeno come ValleDelCrati, l'italiano non è una opinione, ecco cosa scrivevano ieri i ragazzi: "Le temperature rimarranno basse per effetto dei venti da nord fino a domani mattina e solo nel corso del pomeriggio, per l'ingresso di venti meno freddi da SW, aumenteranno gradualmente. Si avranno, quindi, deboli nevicate inizialmente anche le quote medio-basse ma con quota in rialzo fino a 8/1000m nella seconda parte di domani."

    Ragazzi siete fenomenali!!!! Sempre più forti…pazzesco, nevicata beccata quando nessun sito meteo la vedeva a quote basso, chapeau:)

Lascia un commento