Fase di tempo variabile con disturbi instabili sull’area ionica.

La fase stabile e soleggiata di questi giorni sarà gradualmente sostituita da un contesto di variabilità, caratterizzata da un'accentuazione dell'instabilità sull'area ionica. Da domani quindi, prime nuvole in approssimazione sul settore ionico specie crotonese e reggino, ancora sereno o poco nuvoloso altrove. 

Mercoledi nuvolosità in aumento ovunque dal pomeriggio che potrà produrre qualche pioggia, solo dalla sera sul versante ionico tra crotonese e alto reggino.Le temperature rimarranno generalmente stazionarie o in lieve aumento nei valori minimi.

Giovedì e Venerdì nuvolosità irregolare sul versante ionico con possibili piogge, sereno o poco nuvoloso sui versanti interni e tirrenici. Temperature ancora stazionarie

Per il week-end, un ennesimo affondo atlantico ad ovest della penisola iberica, attiverà una nuova risposta di correnti sciroccali, associati questa volta a cieli lattiginosi per via della sabbia sospesa in risalita dal deserto libico-tunisino. 

Una situazione quindi ancora di stallo per quanto riguardo la svolta termica fredda attesa dalla stagione invernale alle porte. Solo dalla prima settimana di dicembre, probabilmente assisteremo ad un primo serio guasto sul mediterraneo centrale, ma di questo avremo modo di parlarne nei prossimi aggiornamenti.


Lascia un commento