Cambio di rotta (13 – 20 giugno)

Altre 48-60h ore di caldo ma in graduale diminuzione poi crollo della temperatura.

La circolazione ciclonica insiste sulla penisola Iberica attivando sul Tirreno correnti sud-occidentali che fanno affluire aria calda dal Sahara che va a rafforzare la struttura anticiclonica presente.

Intanto, però, in Atlantico il vortice Canadese prende vigore e nei prossimi giorni si spingerà verso est costringendo l'area di alta pressione a spostarsi verso le coste del Portogallo e a spingersi verso la penisola Scandinava.

Così la falla barica, ora presente sull'Iberia, tenderà a muoversi verso il Tirreno e contemporaneamente correnti fresche di origine Artica inizieranno a scendere lungo il bordo orientale dell'alta pressione.

Si aprirà, dunque, in Europa Centrale un corridoio dove scorrerà aria fresca e umida. Si scaverà un'area di bassa pressione che apporterà un netto calo termico ovunque accompagnato da rovesci e temporali.


Lascia un commento