Cambio di circolazione: arriva aria più mite

Un inizio di dicembre cosi freddo non si registrava da diversi anni: la Sila ha ricevuto, già, ingenti nevicate mentre a valle le temperature sono scese più volte sotto lo zero (fino a -3°C nelle zone extra-urbane). La situazione però a destinata a mutare nei prossimi giorni.

L'Atlantico, infatti, dopo una fase altopressoria che ha permesso alle correnti Artiche di scendere fin sul Mediterraneo, ha riattivato il suo vortice depressionario determinando una ripresa del flusso zonale: ovvero, le basse pressioni scorrono sui paralleli a latitudini medio-alte mentre alle basse latitudini governa l'alta pressione. Il nostro Paese si ritroverà nel mezzo delle due diverse condizioni atmosferiche e sarà interessato da maltempo diffuso ma con aria più mite Mediterannea. Ovviamente il freddo accumulato al suolo nei giorni precedenti resisterà almeno fino a domani e sarà la causa delle nevicate al nord.

Analizzando nel dettaglio la situazione per la nostra provincia:

  • Domani avremo tempo perturbato con nuvolosità diffusa e precipitazioni, specie sui versanti Ionici esposti ai venti di Scirocco. Le temperature risulteranno ancora basse nelle zone interne ma con tendenza ad aumentare a partire dalle zone costiere.
  • Sabato si avrà un temporaneo e parziale miglioramento con ancora nuvolosità sparsa ma fenomeni perlopiù assenti. Temperature in aumento.
  • Domenica, invece, ritorno delle piogge specie sui settori Tirrenici con temperature ancora miti per il periodo tanto che la quota neve sarà superiore ai 2000m.
     

Lascia un commento