Instabilità fugace.Primo maggio sotto il sole!

Come già ampiamente anticipato negli articoli di tendenza per il lungo termine è iniziata una nuova, seppur brevissima per durata, fase perturbata, causata da aria più fresca di origine atlantica. Già da questa mattina si è registrata debole instabilità, soprattutto sul versante tirrenico calabrese; instabilità che insisterà fino al tardo pomeriggio, quando la situazione andrà lentamente migliorando e le nuvole lasceranno il posto ad ampie schiarite.

Sarà dunque un peggioramento lampo. A partire da domani infatti  i cieli risulteranno per lo più sgombri da nubi e le temperature cominceranno a risalire. L'impennata termica sarà molto marcata nei prossimi giorni, a causa dello sprofondamento di una goccia fredda sulle coste nord-africane che provocherà un richiamo di aria calda sul nostro territorio. Isoterme a 850 hpa di 16°-17° contribuiranno a portare le massime su valori anche superiori ai 30 gradi nella valle del Crati, con punte over 25 gradi anche sui settori jonico cosentino e tirrenico vibonese e reggino.

Tale situazione ci accompagnerà fino a fine mese e molto probabilmente anche per i primi giorni di maggio. Si prospetta quindi una festa dei lavoratori alquanto adatta a scampagnate e gite fuori porta, se si fa salvo il passaggio di qualche sporadica nuvola passeggera. Per maggiori dettagli sull'evoluzione futura si rimanda comunque ai prossimi aggiornamenti.


Lascia un commento