Arriva il BURAN! Fine anno nella morsa di gelo e neve!

Lo andavamo preannunciando ormai da giorni, e le ultime emissioni modellistiche, ormai, confermano l'arrivo di una severa ondata di gelo e neve sull'Italia! E' ormai dal lontano febbraio 2012 che non si assiste ad un evento di simile portata, che peraltro interessò principalmente il centro-nord: stavolta, invece, sarà colpito maggiormente il centro-sud.

Già da stasera le temperature diminuiranno sensibilmente per il primo sbuffo di aria Artica in discesa dal nord Europa, ma è da domenicRtavn361a che inizierà a fare sul serio. La causa che favorirà l'evento sarà l'azione concomitante di due figure bariche: l'alta pressione delle Azzorre che risalità verso nord fino a raggiungere la Scandinavia; e la discesa verso il Mediterraneo di un vortice ciclonico dalla Gran Bretagna.

L'arrivo del vortice sull'Italia determinerà una fase di forte maltempo con rovesci, temporali e raffiche di vento. Le temperature diminuiranno sensibilmente, specie nella seconda parte della giornata, favorendo nevicate a quote sempre più basse, tra la sera e la notte i fiocchi potranno raggiungere anche la bassa collina. Nevicate copiose, invece, interesseranno le alte quote: al di sopra dei 1400m potranno cadere anche 50cm!!! (fig. a destra)

Rtavn961Tuttò ciò, comunque, sarà solo l'antipasto di quello che accadrà subito dopo. Lunedi, il vortice ciclonico, allontanandosi verso levante, richiamerà aria gelida dalle steppe Russo-Siberiane occidentali (il BURAN)!!…che raggiungerà agevolmente il nostro Paese grazie al corridoio aperto dall'alta pressione Azzorriana che ormai si sarà distesa anche sulla penisola Scandinava (fig. a sinistra).

Le temperature crolleranno drasticamente: l'isoterma di -10°C ad 850 hPa (circa 1400m in aria libera) raggiungerà le coste Adriatiche, la -5°C la Sicilia!! Entro lunedi sera gran parte d'Italia si ritroverà sotto lo zero!! Martedi mattina i valori minimi scenderanno anche sotto i -10°C sulla Sila, punte fino a -5°C anche in pianura!

E' qui che, poi, l'evento entra nel vivo! Martedi mattina andrà formandosi un minimo di bassa pressione sul Mar Ligure che tenderà ad approfondirsi in serata iniziando a scivolare verso il basso Tirreno. Così facendo richiamerà, alle alte quote, aria più umida dai quadranti meridionali che scorrendo sul letto gelido, che ormai si sarà consolidato sul nostro Paese, favorirà diffuse nevicate fino a quote molto basse e localmente fino ai litorali!

Sarà mercoledi il giorno più perturbato con copertura nuvolosa diffusa su tutta la regione accompagnata da nevicate (da valutarne ancora l'entità). La neve potrebbe tornare ad imbiancare Cosenza, Catanzaro, Vibo Valentia, e addirittura Crotone. Superfluo ribadire che sarà una giornata molto fredda ovunque con valori massimi che stenteranno a superare lo zero in diverse zone! Seguirà un primo dell'anno con tempo in miglioramento ma con freddo intenso: i valori minimi potranno toccare valori quasi record, fino a -6/-7°C nelle pianure interne.

Seguite i prossimi aggiornamenti per ulteriori dettagli.


Lascia un commento