Altro weekend "senza" mare

36 ore di beltempo poi nuovo peggioramento.

Le estati degli ultimi anni, caratterizzate dal dominio incontrastato del cammello Africano, forse, ci avevano fatto dimenticare che anche in piena estate possiamo avere a che fare con peggioramenti che portano fresco e pioggia. Certo è che quest'anno la durata del peggioramento è un pò anomala, specie al centro-nord.  Infatti, dopo il peggioramento avuto nel weekend (seppur molto secco), solo oggi il cielo è tornato completamente sereno e le temperature diurne a salire di qualche grado.

Purtroppo chi spera che sia l'inizio di un definitivo miglioramento si sbaglia: una nuova perturbazione è pronta ad invadere il Mediterraneo apportando il suo carico di aria fresca e di instabilità. Il peggioramento è già attivo al centro-nord, all'estremo sud, invece, si avrà ancora qualche ora di tempo stabile. Fino al pomeriggio di giovedi rimarrà sereno con temperature in lieve aumento nelle ore centrali del giorno (fresco però la notte).

Venerdi, poi, il fronte freddo in seno alla perturbazione raggiungerà anche il basso Tirreno. Tra la notte ed il primo mattino si avrà un aumento della nuvolosità con locali rovesci sulle coste Tirreniche e nelle zone interne (non è da escludere qualche locale temporale). Nel corso della giornata la fenomenologia andrà esaurendosi ma si attiveranno freschi venti di Maestrale che riporteranno le temperature decisamente sotto la media del periodo.

Anche sabato sarà caratterizzato da moderata instabilità con nubi sparse (più compatte su Catena Costiera e coste Tirreniche) e locali deboli piogge. Domenica poi, ci sarà un ulteriore affluso di aria fredda in quota (circa -15°C a 500hPa) da nord-est che contribuirà ad accentuare l'instabilità: nuvolosità diffusa e rovesci sparsi, anche temporaleschi, più probabili, ancora una volta, su Tirreniche e zone interne. Le temperature rimarranno fresche e sotto le medie del periodo.


Lascia un commento